Fotografia di viaggio: mobile photography consigli pratici

Il Sud Ovest Sardegna: una vacanza tra natura e sport
24 agosto 2016
Come gestire una casa vacanza: la mia guida pratica
1 settembre 2016

Fotografia di viaggio: mobile photography consigli pratici

Chiunque può scattare una foto con l’Iphone o lo smartphone, ma per creare delle belle immagini ci vuole un po’ di esperienza e creatività. In questo post condivido con piacere delle informazioni pratiche che derivano dalla mia esperienza, per aiutarvi a migliorare le fotografie di viaggio.

Dopo aver ricevuto i complimenti da Google sulla visualizzazione delle mie foto, mi è venuta voglia di scrivere un post sulla fotografia di viaggio, la mia preferita.

 

 

Qualunque sia il motivo del viaggio, il desiderio comune è quello di tornare a casa con delle belle fotografie da condividere con amici, parenti o sui social media (il più popolare in questo momento è Instagram). Nel raccontare l’esperienza di viaggio attraverso le immagini ricordiamo i momenti divertenti, quelli speciali, un viso incontrato per caso, i luoghi visitati, una disavventura, l’atmosfera ed i sapori dei cibi assaggiati per la prima volta.

Per immortalare questi ricordi non è necessario essere dei professionisti (fino a prova contraria), ma basta possedere una semplice reflex o uno smartphone. In commercio, esistono tantissimi modelli dal più economico al top di gamma. La scelta della macchina fotografica o smartphone da portare nei nostri viaggi, dipenderà dagli obiettivi che vi siete dati e dalle vostre possibilità economiche.

In questo post mi concentrerò sulla mobile photography, dandovi dei consigli pratici per migliorare le vostre foto. Questi consigli sono in linea di massima validi anche per le reflex, la regola universale è usare il buon senso 🙂

Una premessa è necessaria, tra una fotografia full frame ed un’ istantanea ci sono delle differenze, ad esempio il formato della foto oppure la risoluzione, ma ne esistono tante altre. Su questo post non voglio dilungarmi, se volete approfondire l’ argomento vi consiglio di:

– leggere dei libri sulla fotografia (quelli del National Geographic sono utili e scritti bene)

– cercare su internet perché c’è veramente tanto materiale

– fare un corso di fotografia, ci sono diverse associazioni o freelance che ne organizzo ottimi

– partecipare a workshop studiati e programmati da fotografi professionisti (non appassionati)

 

Fotografia di viaggio consiglie pratici

Reflex Canon EOS 100D

 

Martina Uras Instagram

Apple iPad Air 2

 

Feci il mio primo corso di fotografia al Circolo Santa Viola appena arrivata a Bologna, ai tempi usavo un’analogica, successivamente ne feci un altro presso un’associazione fotografica che si trova in centro. In queste due occasioni ho imparato le basi (luce, esposizione, composizione). La pratica l’ho fatta da sola (e continuo a farla) durante i miei viaggi o partecipando ad uscite fotografiche organizzate da fotografi.

L’argomento mobile photography è vasto, per imparare le diverse tecniche di ripresa e di editing ci vuole tanto tempo, ma se non volete aspettare anni per iniziare a scattare, leggendo questi semplici consigli pratici, migliorerete da subito le vostre foto. Let’s go!

PREPARAZIONE DEGLI STRUMENTI

  • Assicuratevi di avere sempre la batteria carica o il caricatore portatile: un consiglio banale, ma non scontato, alcune volte mi è successo di non preventivare l’uscita e avere la batteria quasi scarica, se non avessi avuto con me un caricatore portatile per lo smartphone  non avrei potuto partecipare all’evento fotografico. Ne esistono di vari tipi e prezzi.

 

  • Avviate l’app fotocamera fin dall’inizio sullo smartphone (o tablet) per guadagnare tempo. Il trucchetto vi permetterà di non sprecare occasioni quando vi troverete davanti alla scena che vi interessa. Fuori dallo studio “l’attimo è tutto”. Potrete sempre eliminare la fotografia che non vi piace, ma non fatevi sfuggire i momenti unici e irripetibili.

 

  • Osservate tutto ciò che vi circonda: aspettare il momento giusto è difficile se non si ha tanto tempo a disposizione, soprattutto se lavorate e non siete più studenti …. Non sempre le scene più belle si presentano in modo casuale, alcune volte succede che ci si debba “costruire il racconto”. Fermatevi ad osservare una strada, un portico o una panchina e trovate il soggetto che diventerà il protagonista della vostra storia.

 

Oltre alla luce, la composizione è probabilmente l’elemento più importante di una fotografia. L’Equilibrio, la regola dei terzi, l’armonia di colori, le luci, le ombre e lo spazio negativo sono tutte cose importanti che non si possono tralasciare quando si guarda attraverso il mirino (in questo caso sullo schermo smartphone). Osservate le linee che si intersecano, alzate o abbassate il telefono o appoggiatelo su qualcosa. Vedrete cambiare la prospettiva e l’appeal della foto sarà totalmente diverso.

 

COMPOSIZIONE

  • impostate l’opzione grid. Se le vostre foto sembrano storte oppure il soggetto non è perfettamente centrato, vi consiglio di usare questa opzione. Vi permetterà di scattare foto ben allineate con l’orizzonte e capire come orientare il soggetto.

 

  • seguite la regola dei terzi: ogni racconto che si rispetti ha un personaggio principale o diversi soggetti. E sì … anche la foto è un racconto, visivo, ma pur sempre racconto. Non avete mai sentito parlare della regola dei terzi? Ve la spiego in modo semplice. Innanzitutto dovete dividere la vostra scena in una griglia virtuale, poi collocare la parte più importante del soggetto in una delle intersezioni (conosciute come i punti di giunzione) che costituiscono il quadro centrale della griglia. Facile no?

 

  • non seguite la regola dei terzi: le regole sono fatte per essere infrante. 😉 Per le menti creative non ci sono regole rigide in fotografia. Penso che ognuno di noi sia libero di sperimentare con ciò che funziona meglio secondo il proprio gusto. Mi piace pensare alla regola dei terzi come una linea guida, piuttosto che considerarla come una regola rigida. Dopo aver imparato a scattare delle belle foto, sentirete l’esigenza di rompere le regole.

 

  • semplicità: non dimenticate le dimensioni del supporto, essere semplici a mio avviso ripaga sempre. Mi piace usare la regola della semplicità nella composizione delle foto, per non distrarre lo spettatore. Trovo che sia meglio fotografare un unico soggetto piuttosto che appesantire la scena e rischiare di rovinare una composizione armoniosa.

 

  • Profondità di campo: la mancanza di profondità è uno degli errori più comuni nella mobile photography. Evitate  di scattare foto senza profondità, piatte e ad altezza soggetto, sempre meglio sperimentare nuove angolazioni e coinvolgere il vostro spettatore regalandogli degli scatti unici.
Opzione Grid

Opzione Grid

Regola dei terzi

Regola dei terzi

SOGGETTI CHE “TIRANO”

  • Riflessi: le foto più ammirate sono quelle in cui compaiono i riflessi. Il motivo è che nella vita quotidiana non sono facili da cogliere, nelle foto contrariamente non passano inosservati. Le superfici riflettenti sono tante, il vetro, le automobili e l’acqua. Probabilmente quest’ultima è la superficie preferita dai fotografi. Regala diverse emozioni, si può distorcere la realtà con le onde oppure trasmettere la tranquillità con la calma piatta.

 

  • Bambini e animali: evitate di scattare dall’alto verso il basso, per non banalizzare il soggetto, cercate di scattare alla stessa altezza del bambino o dell’animale per creare delle foto divertenti.

 

Fotografia di viaggio post due torri e nuraghi

 

Processed with VSCOcam with s3 preset

Processed with VSCOcam with s3 preset

EDITING

Il post produzione delle foto è la parte più divertente per una persona creativa. Esistono tantissime applicazioni (a pagamento e non) per il fotoritocco. Ne ho scaricate e provate diverse, poi ho scelto di usare solo Snapseed e VSCO Cam. Queste app sono semplici da usare ed anche molto intuitive.

  • Snapseed è un’ottima app di editing, facile da usare e gratuita, si scarica da App Store. E’una delle applicazioni più conosciute dagli appassionati e dai fotografi di mobile photography. Non si può fare a meno di averla. Snapseed offre una grande varietà di strumenti per migliorare il colore, l’esposizione, la nitidezza, la luminosità ed il contrasto. Uso spesso lo strumento di regolazione selettiva che mi permette di modificare solo una parte dell’immagine, migliorando solo qualche dettaglio.

 

  • VSCO Cam è un’altra app molto apprezzata da chi fa mobile, ha un’interfaccia pulita e facile da usare, inoltre contiene diversi pacchetti di filtri gratuiti e a pagamento (tra $ 0,99 e $ 5,99 per set). Una delle caratteristiche che più amo, sono i filtri naturali e facili da regolare. A differenza di altre applicazioni di editing, regolando l’intensità del filtro col cursore si possono ottenere delle foto poco artefatte. I toni sottili e le dissolvenze creano immagini rilassanti ed eleganti, talvolta creando un’atmosfera senza tempo.

 

Ph. Credit Snapseed App Store

Ph. Credit Snapseed App Store

App VSCO Cam

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ora non vi resta che iniziare a scattare!! Ricordate, la fotografia di viaggio deve sempre catturare l’anima del luogo che si visita. Questa secondo me, è la differenza tra un dilettante e un buon fotografo.

Buon viaggio!!

About Martina Uras

Freelance Social Media Consultant e Blogger | Host at homefortraveller.it *Made in Sardinia-Bologna Based-World Citizen*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *