5 cose da fare gratis a Bologna tutto l’anno

lavorare con internet
Nomadi Digitali: viaggiare e lavorare ovunque grazie a Internet
22 ottobre 2017

5 cose da fare gratis a Bologna tutto l’anno

Cosa fare oggi a Bologna? Scommetto che l’hai digitato un sacco di volte su Google. In città ci sono veramente tante cose da fare gratis tutto l’anno, ecco la mia mini lista in 5 punti.

 

 

 

Bologna è un luogo speciale.  Chi la visita per la prima volta ne rimane affascinato e fa di tutto per ritornarci, a  Bologna si ha ancora quella sensazione d’italianità autentica che a mio avviso non si trova più in luoghi turistici blasonati come Venezia o Firenze.

Nel 2011 ricordo che il Sole 24 ore condusse una ricerca sulla qualità della vita sul territorio italiano, prendendo in esame 107 provincie. Bologna risultò la migliore. Certo è che dal 2011 di acqua sotto i ponti ne è passata, ma  anche se oggi alcune cose sono cambiate (forse anche peggiorate) per me Bologna rimane la migliore città italiana :-).

 

La Rossa è una città vibrante, se si è curiosi e un po’ artisti si trovano sempre nuovi stimoli. A volte, quando passeggio tra i vicoli, non mi sembra di essere nemmeno in Italia. Diversi sono gli idiomi che si confondono per strada. I turisti, gli studenti stranieri e i visitatori occasionali si mescolano alla gente del luogo, creando un mix di culture che rende Bologna un vero e proprio melting pot da cui trarre ispirazione.

 

Se si è abbastanza fortunati da visitare il capoluogo emiliano, non si potrà fare a meno di rimanerne incantati. Quando ti dicono Bologna, è automatico pensare ai luoghi più famosi, quasi la maggior parte delle volte. Impossibile non collegare la città alle due torri o al Nettuno. Ma in questo articolo, ho compilato un itinerario di 5 cose gratis da fare a Bologna che non rientrano nei soliti percorsi e che consiglio di vedere se si viene in città. Iniziamo!

 

Entrare a casa di un pittore famoso

Giorgio Morandi è uno dei pittori più famosi del 20° secolo. Visse e lavorò al n° 36 di via Fondazza fino al 1964. La casa museo è stata realizzata grazie alle donazioni di Carlo Zucchini. Vasi, bottiglie, conchiglie e modelli di studio hanno trovato la loro collocazione in un atelier ricostruito fedelmente all’originale. La casa si trova in un tipico palazzo bolognese dove vivono anche altre famiglie. 

 

 

Nei miei viaggi, ho visitato tante case di personalità illustri (di primo achito mi viene in mente quella di Hugo a Parigi, quella di Goethe a Francoforte, di Romeo e Giulietta a Verona, di Anna Frank ad Amsterdam ecc. ecc.), posso assicurare che l’atmosfera di casa Morandi è unica. Sarà la finestra sul piccolo giardino con l’ulivo (fonte d’ispirazione del maestro) oppure gli spazi arredati con realismo tanto che si ha l’impressione di veder sbucare da un momento all’altro l’artista.

 

 

 

Gli ambienti sono stati progettati ed articolati in modo da offrire al visitatore un percorso che, attraverso un’accurata selezione di foto, libri e documenti di vario genere, narra i principali periodi di vita di Morandi. E’ possibile scorgere tranche de vie dei sui rapporti famigliari, momenti della sua educazione artistica o assistere agli incontri con personaggi del mondo del cinema e dell’arte.

Attenzione agli orari!!! Ingresso gratuito e visita solo su prenotazione a seconda dei periodi. Ricorda di controllare sul sito del Mambo (Museo d’arte Moderna) al 051 6496611

 

Scattare una foto di Piazza Maggiore dall’alto

Piazza Maggiore è il cuore pulsante di Bologna. Un enorme piazza pubblica affacciata su edifici medievali secolari su entrambe le parti. Per scattare una bella foto, si può salire fino all’ ultimo piano di Palazzo d’Accursio, e dirigersi verso le finestre che si trovano  in fondo alla sala, di fianco all’entrara del museo civico  Collezioni Comunali d’Arte.

 

5 cose gratis da fare a Bologna tutto l'anno

 

Vedere un tramonto romantico dal Portico di San Luca

Se si desidera vedere un tramonto di Bologna da un luogo speciale che domina la città, a prescindere dal periodo dell’anno, ci si può recare al Santuario della Madonna di San Luca. All’altezza del penultimo tratto di strada, c’è uno spazio tra la vegetazione dal quale si può scorgere una delle migliori viste di Bologna.

 

cose gratis da fare a Bologna

 

Vagabondare tra i vicoli alla scoperta della street art

Spesso trascorro i fine settimana esplorando delle zone di Bologna che conosco poco, per ammirare delle opere d’arte a grandezza naturale. Quelle opere definite con il popolare termine inglese street art.

Bologna è molto sensibile a questa forma d’arte, tanto da averle dedicato un Festival  e una piattaforma interattiva. Grazie ad essa si possono scoprire dei luoghi veramente interessanti e contribuire a far crescere il progetto. Basta scattare una foto, geolocalizzare l’opera, aggiungere l’hashtag #bolognastreetart  e condividerla sui social network.

 

 

Scoprire una mostra interessante in galleria d’arte

Bologna è una vera città d’arte, vanta dodici raccolte civiche, quattro ecclesiastiche, una statale, quattro private, sedici universitarie e un magnifico Museo Ebraico. Si pensi che le origini della prima accademia d’arte risalgono al 1582 grazie ai Carracci. Oggi in città si trovano delle gallerie veramente interessanti. Alcune di esse ospitano mostre temporanee, veri e propri capolavori che meritano sicuramente una visita. Una di queste è Ono Arte Contemporanea

Ho individuato 5 cose gratis da fare a Bologna, ma sono sicura che ne esitono tante altre. I suggerimenti sono sempre ben accetti nei commenti!

About Martina Uras

Freelance Social Media Consultant e Blogger | Host at homefortraveller.it *Made in Sardinia-Bologna Based-World Citizen*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *