Pasta Zalla: mini boutique del tortellino

A Bologna nasce l’Orto dello Chef
1 novembre 2013
Consigli utili per cercare casa a Bologna
16 dicembre 2013

Pasta Zalla: mini boutique del tortellino

 

Pasta Zalla è una mini boutique del tortellino, si trova nel quartiere Nomentano a Roma. Pasta Zalla è anche un personaggio (ormai, per me) :D, la sua idea è stata quella di portare la bolognesità fuori dai confini regionali.

Ho conosciuto questo personaggio su Twitter tempo fa e come spesso accade, la mia irrefrenabile curiosità (verso il nuovo) mi ha portata a fargli qualche domanda.

Benvenuto Pasta Zalla, iniziamo subito con la prima domanda 🙂 

Chi si nasconde dietro il brand Pasta Zalla?

Un bolognese con una sfrenata passione per i tortellini, un visionario con tante idee nel cassetto. Ho fatto pubblicità per 20 anni e la mia esperienza mi è servita per inquadrare il progetto ma anche per dargli una forza comunicativa che altre aziende non hanno. La mia vita è cambiata radicalmente nel giro di poco tempo e oggi sono orgoglioso come pochi della mia attività.

 

Quando è nato il vostro progetto?

Per diversi anni ho trascorso il Natale a Roma e ogni volta, a tavola, c’erano i tortellini. Mi sono sempre chiesto come facessero i romani a mangiare qualcosa che era lontano anni luce da ciò che intendiamo noi bolognesi con il concetto di “tortellini”. Così un anno ho deciso di portare quelli della mia amica Raffaella Leonetti che aveva rilevato uno storico laboratorio di pasta fresca in via della Crocetta a Bologna. Non le dico le facce dei commensali …

Il successo di quella sera mi ha fatto riflettere e circa due anni fa ho preso la decisone. Ne ho parlato con Raffaella ed è nata la magia. Un’idea tanto banale quanto rivoluzionaria. Ho poi investito un anno a  pensare e meditare su tutti gli aspetti che avrei dovuto definire. Ho messo a punto l’organizzazione, la logistica, i prezzi e l’immagine che volevo dare al progetto e, poco più di un anno fa, ho inaugurato Zalla.

 

 

Come mai avete deciso di “(es)portare” i tortellini a Roma?

Semplice. Nella capitale non esiste un solo negozio che avvicini così tanto le persone alla mia città. E soprattutto a Roma è impossibile trovare il vero tortellino artigianale bolognese. Forse in qualche ristorante, ma di certo non c’è una bottega specializzata in bolognesità.

Il vero tortellino bolognese che caratteristiche deve avere?

Fondamentale è la sfoglia che deve essere rigorosamente tirata a mano col mattarello. Se messa controluce deve risultare trasparente come un velo e deve essere molto elastica e resistente.

Passiamo poi al ripieno, che deve essere realizzato utilizzando carne di maiale, mortadella, Grana Padano e un pizzico di noce moscata. Sul formaggio si potrebbe discutere: molti utilizzano il Parmigiano Reggiano che però rilascia una maggiore salinità nell’impasto ed attacca in gola. Io preferisco la delicatezza del Grana Padano. Poi il segreto sta tutta nella manualità acquisita dalle sfogline in anni di esperienza. La forma è quella dell’ombelico di Venere, un capolavoro di design e gusto.

 

Cosa significa “Bolognesità”?

È una cultura e un modo di essere che si percepisce tra le vie, i portici e i luoghi caratteristici della città. Ma è anche un modo di concepire la cucina che si esprime nell’osservanza rigorosa della tradizione. A tavola il bolognese racconta di sé e trasmette il suo modo goliardico e scanzonato di vivere la vita. Penso per esempio ai ritratti di famiglia nei film di Pupi Avati.

Progetti futuri?

Zalla non è solo una bottega di pasta fresca. È stata concepita come un vero e proprio progetto. Per ora l’esperimento sta funzionando e sono certo che ci saranno degli sviluppi futuri. Magari più avanti vi parlerò della seconda fase, che al momento è ancora in cantiere.

About Martina Uras

Freelance Social Media Consultant| Blogger| Traveller| Photographer | Entrepreneur at homefortraveller.it *Made in Sardinia-Bologna Based-World Citizen*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *