MortadellaBò celebra la Mortadella di Bologna

Il Villaggio minerario di Rosas
27 agosto 2013
Mortadella Please: Festival Internazionale di Zola Predosa
17 settembre 2013

MortadellaBò celebra la Mortadella di Bologna

Ph. Viaggi Salvadori

Tra tutti gli eventi in programma a Bologna nei prossimi mesi vi segnalo il MortadellaBò che si svolgerà in città dal 10 al 13 ottobre. L’evento dedicato alla mortadella di Bologna è promosso dal Consorzio Mortadella Bologna con la partecipazione della Regione Emilia Romagna, della Provincia di Bologna, del Comune di Bologna, di APT Emilia Romagna e delle Associazioni di Categoria presenti sul territorio.

 

 

Era da un po’ di tempo che pensavo di scrivere un post sul salume più famoso della tradizione gastronomica bolognese, anche perché devo proprio confessarlo, la mortadella di Bologna è il mio insaccato preferito. Può sembrare strano detto da una sarda, ma la mortadella mi ricorda la mia infanzia, quando da bambina, prima di andare a scuola, passavo al panificio a comprarmi la merenda. Il suo profumo si espandeva per tutto il locale mentre la commessa preparava il panino al muratore di turno 🙂 Forse il mio destino bolognese era già scritto su una fetta rosa e a quei tempi ancora non lo sapevo.

Recentemente mi hanno raccontato che la ricetta della mortadella è antichissima, alcuni sostengono che risalga addirittura al 1557. La mortadella di Bologna dalla bella forma tondeggiante, cilindrica oppure ovale, venne raffigurata per la prima volta da Luigi Maria Mitelli nella seconda metà del ‘600.

Non ci crederete, ma in passato la mortadella Bologna era roba per ricchi! La difficoltà e i tempi di produzione facevano lievitare i prezzi tanto da renderla cibo prelibato e costoso. Per fortuna oggi le cose sono un po’ cambiate e tutti possiamo permetterci di gustare la mortadella.

 

Ph. Viaggi Salvadori

 

Intorno alla storia della mortadella di Bologna ci sono curiosità, intrighi, misteri e aneddoti. Vi racconto il più famoso, quello di Jean-Baptiste Labat, missionario domenicano francese nonché studioso di etnografia, che nel 1706 prima di tornare in Francia, si fermò a Bologna dopo un periodo passato nei Caraibi.

Labat a Bologna non poté fare a meno di notare e mangiare la mortadella, una prelibatezza che non esisteva di certo nelle Americhe. Decisamente stuzzicato dalla novità, volle saperne di più e chiese quali fossero i metodi e gli ingredienti utilizzati per la sua preparazione. I bolognesi, un po’ gelosi, per difendere la tipicità della mortadella, raccontarono a Jean-Baptiste Labat diverse castronerie. Alcuni gli dissero che la carne usata per la preparazione fosse il cinghiale, altri gli dissero il manzo, ma la ricetta più curiosa e originale fu quella inventata da un tizio che pensò di raccontargli che la mortadella di Bologna veniva prodotta con la carne degli asinelli appena nati.

Nel 1998 la mortadella di puro suino ha ottenuto la certificazione IGP, la sua produzione avviene secondo rigide procedure impiegando solo tagli nobili (carne e lardelli di elevata qualità). La Mortadella può essere considerata come l’ambasciatrice della cucina bolognese nel mondo, tanto da essere comunemente chiamata “La Bologna”, allora perché non celebrarla degnamente nella sua città?

Ph. Jen Chan

 

L’idea della manifestazione MortadellaBò mi sembra perfetta, inoltre ci saranno un sacco di eventi dedicati alla mortadella, in questo post ne cito solo alcuni, tutti gli altri li troverete sul sito dedicato alla manifestazione:

Il MB tour, un delizioso percorso a tappe allestito tra i portici di Bologna, alla ricerca della mortadella migliore. Chi è interessato può acquistare la MB tourcard, 5 coupon per 5 diverse degustazioni di mortadella da consumare nei locali che aderiscono all’iniziativa.

Abc della mortadella, una simpatica lezione dedicata ai più piccoli, all’insegna del gusto e del divertimento, in cui verranno svelati tutti i segreti della Mortadella Bologna IGP

A lezione di Mortadella, un laboratorio didattico dedicato alle scuole

Mortadella con l’autore, percorsi insoliti ed originali con autori di libri di cucina sul mondo della mortadella

Pink world, una mostra fotografica dedicata alle tradizionali lavorazioni della mortadella IGP

La cucina in ros, mini-corsi di cucina tenuti da cuochi esperti

Pig Nic è qui la fetta? Cestini e tovagliette a quadretti per rivivere il  rito del pic nic

Io a quale parteciperò? Per ora sono veramente indecisa, ne ho individuato alcuni molto interessanti, 😀 di sicuro, prenderò spunto dall’evento per preparare qualche ricetta per la viaggetta.

About Martina Uras

Freelance Social Media Consultant| Blogger| Traveller| Photographer | Entrepreneur at homefortraveller.it *Made in Sardinia-Bologna Based-World Citizen*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *